Ibuprofene
Dolore Mylan
Alliance Dermatite
Farmaexplorer.it

Gavreto per le persone con tumori tiroidei con mutazione RET in fase avanzata o metastatica e RET-positivi alla fusione, approvato dalla FDA


La Food and Drug Administration ( FDA ), l'Agenzia regolatoria degli Stati Uniti, ha approvato Gavreto ( Pralsetinib ) per il trattamento dei pazienti adulti e pediatrici di età pari o superiore a 12 anni con carcinoma midollare della tiroide ( MTC ) avanzato o metastatico RET-mutato o con carcinoma tiroideo RET-positivo alla fusione avanzato o metastatico, con necessità di una terapia sistemica e che sono resistenti allo Iodio radioattivo ( qualora lo Iodio radioattivo fosse appropriato ).

Queste indicazioni sono state approvate nell'ambito del Programma di approvazione accelerata della FDA sulla base dei dati dello studio ARROW di fase I/II.
L'approvazione continua per queste indicazioni può essere subordinata alla verifica e alla descrizione del beneficio clinico negli studi di conferma.

Il test dei biomarcatori per fusioni e mutazioni del gene RET può aiutare a identificare le persone idonee al trattamento con Gavreto.

I risultati dello studio di fase I/II ARROW hanno dimostrato una attività clinica duratura in persone con o senza terapia precedente e indipendentemente dai genotipi di alterazione RET.
Il trattamento con Gavreto ha portato a un tasso di risposta globale ( ORR ) del 60% ( IC 95%: 46%, 73% ) in 55 persone con carcinoma midollare della tiroide metastatico con mutazione in RET, precedentemente trattati con Cabozantinib e/o Vandetanib; la durata mediana di risposta ( DoR ) non è stata raggiunta ( IC 95%: 15.1 mesi, non-stimabile ).
In 29 persone con carcinoma midollare avanzato della tiroide con mutazione in RET naïve a Cabozantinib e Vandetanib che erano risultate non-eleggibili per le terapie standard, il tasso ORR è stato del 66% ( IC 95%: 46%, 82% ) e la durata mediana delal risposta non-è stata-raggiunta ( IC 95%: non-stimabile, non-stimabile ).
In nove persone con carcinoma tiroideo positivo alla fusione RET, metastatico, Gavreto ha dimostrato un tasso ORR dell'89% ( IC 95%: 52%, 100% ) e la durata mediana della risposta non-è-stata raggiunta ( IC 95%: non-stimabile, non-stimabile ).
Nei pazienti dello studio ARROW con tipi di tumore con alterazione di RET, le reazioni avverse più comuni ( maggiori o uguali al 25% ) sono state: costipazione, ipertensione, affaticamento, dolore muscolo-scheletrico e diarrea.

Lo studio ARROW si compone di due parti: una parte riguardante l'incremento della dose, che è stata completata, e una parte di espansione con pazienti trattati con 400 mg di Gavreto, una volta al giorno.

Le alterazioni del gene RET, come fusioni e mutazioni, sono fattori chiave della malattia in molti tipi di cancro, compreso il cancro del polmone non-a-piccole cellule ( NSCLC ) e diversi tipi di cancro della tiroide.
Circa il 10-20% delle persone con cancro papillare della tiroide ( il tipo più comune di carcinoma tiroideo ) presenta tumori positivi alla fusione RET, e circa il 90% delle persone con tumore midollare della tiroide avanzato è portatore di mutazioni RET.
Nel tumore NSCLC, le fusioni RET interessano circa l'1-2% dei pazienti.
Le fusioni di RET sono anche osservate a basse frequenze nel colangiocarcinoma, nei tumori del colon-retto, neuroendocrino, dell'ovaio, del pancreas e del timo. ( Xagena2020 )

Fonte: Roche, 2020

Endo2020 Onco2020 Farma2020


Indietro