Colifagina S
Forum Infettivologico
Alliance Cicatrici
Farmaexplorer.it

Jemperli per le donne con cancro dell'endometrio dMMR ricorrente o avanzato, la FDA ha concesso l'approvazione accelerata


La FDA ( Food and Drug Administration ) degli Stati Uniti ha approvato Jemperli ( Dostarlimab-gxly; Dostarlimab ), un anticorpo bloccante PD-1.
Dostarlimab è indicato per il trattamento delle pazienti adulte con carcinoma endometriale avanzato o recidivante da deficit di riparazione dei mismatch ( dMMR ), come determinato da un test approvato dalla FDA, che sono progrediti durante o dopo un trattamento precedente con un regime contenente Platino.

Questa indicazione è stata concessa mediante approvazione accelerata basata sul tasso di risposta del tumore e sulla durata della risposta.
L'approvazione continua per questa indicazione può essere subordinata alla verifica e alla descrizione del beneficio clinico in uno o più studi di conferma.

Circa 1 donna su 4 con cancro dell'endometrio può manifestare una recidiva o essere diagnosticata con malattia in forma avanzata.
Per le donne la cui malattia si ripresenta dopo la chemioterapia a base di Platino, non esiste generalmente uno standard di cura accettato.
Inoltre, il cancro dell'endometrio ha il più alto tasso di deficit dMMR ( 25% circa ) tra i tipi di tumore; sono stati riportati tassi aumentati di recidiva per le donne con carcinoma dell'endometrio dMMR.

L'approvazione si basa sui risultati della coorte con tumore dell'endometrio dMMR di GARNET, un ampio studio multicentrico, non-randomizzato, a coorti parallele multiple, in aperto, in corso, che rappresenta il set di dati più ampio fino ad oggi per la valutazione di un anticorpo anti-PD-1 come trattamento in monoterapia nelle donne con cancro dell'endometrio.

Gli endpoint primari nello studio GARNET erano il tasso di risposta globale ( ORR ) e la durata della risposta ( DOR ) mediante valutazione BICR ( Revisione centrale indipendente in cieco ).
I risultati hanno mostrato un tasso ORR del 42.3% ( IC 95%; 30.6-54.6 ) con un tasso di risposta completa ( CR ) del 12.7% e un tasso di risposta parziale ( PR ) del 29.6% tra i 71 pazienti valutabili con carcinoma endometriale dMMR avanzato o ricorrente che avevano progredito durante o dopo il trattamento con un regime contenente Platino.
Di quelli che hanno risposto, il 93.3% ha dimostrato una durata della risposta di 6 mesi o più.
Dopo un follow-up mediano di 14.1 mesi, la durata mediana della risposta non è stata raggiunta ( 2.6-22.4+ ).

I pazienti hanno ricevuto 500 mg di Dostarlimab come infusione endovenosa una volta ogni tre settimane per quattro dosi, seguite da 1.000 mg una volta ogni 6 settimane fino a progressione della malattia o tossicità inaccettabile.

Tra i 104 pazienti valutabili per la sicurezza, le reazioni avverse più comunemente riportate ( verificatesi nel 20% o più dei pazienti ) sono state affaticamento / astenia ( 48% ), nausea ( 30% ), diarrea ( 26% ), anemia ( 24% ) e costipazione ( 20% ).
Le reazioni avverse più comuni di grado 3 o 4 ( 2% o più ) sono state anemia e aumento delle transaminasi.

La somministrazione di Dostarlimab è stato interrotto definitivamente a causa di reazioni avverse in 5 ( 4.8% ) pazienti.

Non sono stati riportati decessi attribuiti a Dostarlimab.

Il cancro dell'endometrio può essere classificato come deficit di riparazione dei mismatch / alta instabilità dei microsatelliti ( dMMR/MSI-H ) o riparazione competente dei mismatch / microsatelliti stabili.
Quasi 60.000 nuovi casi di cancro dell'endometrio sono previsti negli Stati Uniti nel 2021, rendendo il cancro dell'endometrio il tumore ginecologico più comune negli Stati Uniti.
Circa il 25% delle donne con cancro dell'endometrio riceverà diagnosi di malattia avanzata o sperimenterà una recidiva. ( Xagena2021 )

Fonte: GSK, 2021

Gyne2021 Onco2021 Farma2021


Indietro