Forum Infettivologico
Colifagina S
Alliance Cicatrici
Farmaexplorer.it

Tukysa per il trattamento delle pazienti con carcinoma alla mammella HER2-positivo localmente avanzato o metastatico, approvato nell'Unione Europea


La Commissione Europea ( CE ) ha concesso l'autorizzazione all'immissione in commercio per Tukysa ( Tucatinib ) in combinazione con Trastuzumab e Capecitabina per il trattamento delle pazienti adulte con carcinoma mammario HER2-positivo localmente avanzato o metastatico che hanno ricevuto almeno due precedenti regimi di trattamento anti-HER2.
Tucatinib è un inibitore della tirosin chinasi ( TKI ) orale a piccola molecola di HER2, una proteina che contribuisce alla crescita delle cellule tumorali.

Nello studio registrativo HER2CLIMB, il regime di associazione di Tucatinib ha migliorato la sopravvivenza globale e la sopravvivenza libera da progressione rispetto a Trastuzumab e Capecitabina da soli, anche nelle pazienti con metastasi cerebrali attive, non-trattate o in progressione.

Le pazienti che hanno ricevuto Tucatinib in combinazione con Trastuzumab e Capecitabina nello studio registrativo hanno presentato una riduzione del 46% del rischio di progressione del cancro o di mortalità ( PFS ), l'endpoint primario, rispetto alle pazienti che hanno ricevuto Trastuzumab e Capecitabina da soli ( rapporto di rischio, HR = 0.54 [ intervallo di confidenza al 95% ( IC ): 0.42, 0.71 ]; p inferiore a 0.00001 ) e miglioramento della sopravvivenza globale con una riduzione del rischio di morte del 34% ( HR = 0.66 [ IC 95%: 0.50, 0.87 ]; p = 0.0048 ).
Le reazioni avverse più comuni che si sono verificate nel 20% o più delle pazienti che hanno ricevuto Tucatinib sono state: diarrea, nausea, vomito, stomatite, aumento di AST, aumento di ALT ed eruzione cutanea.

HER2CLIMB è uno studio globale randomizzato ( 2:1 ), in doppio cieco, controllato con placebo, di confronto attivo che ha arruolato 612 pazienti con carcinoma mammario localmente avanzato o metastatico HER2 positivo non-resecabile che avevano precedentemente ricevuto, separatamente o in combinazione, Trastuzumab, Pertuzumab e Trastuzumab emtansine ( RCP T-DM1 ).

Tucatinib è un inibitore della tirosin chinasi della proteina HER2. In vitro, Tucatinib inibisce la fosforilazione di HER2 e di HER3, determinando l'inibizione della segnalazione MAPK e AKT a valle e la crescita cellulare ( proliferazione ) e ha mostrato attività antitumorale nelle cellule tumorali che esprimono HER2.
In vivo, Tucatinib inibisce la crescita dei tumori che esprimono HER2.
La combinazione di Tucatinib e dell'anticorpo anti-HER2 Trastuzumab ha mostrato una maggiore attività antitumorale in vitro e in vivo rispetto a entrambi i medicinali da soli.

Le pazienti con cancro alla mammella HER2-positivo hanno tumori con alti livelli della proteina HER2 ( recettore 2 del fattore di crescita dell'epidermide umano ), che promuove la crescita delle cellule tumorali.

Nel 2020 sono stati diagnosticati più di due milioni di nuovi casi di cancro al seno in tutto il mondo, di cui 531.086 in Europa.
Tra il 15 e il 20% dei casi di cancro al seno è HER2-positivo.
Il carcinoma mammario HER2-positivo tende ad essere più aggressivo, e ha maggiore probabilità di ripresentarsi rispetto al carcinoma mammario HER2-negativo.
Fino al 50% delle pazienti con carcinoma mammario metastatico HER2-positivo sviluppa, nel tempo, metastasi cerebrali. ( Xagena2021 )

Fonte: Seagen, 2021

Gyne2021 Onco2021 Farma2021


Indietro