Farmaexplorer.it
Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net

Unione Europea: Lynparza è stato approvato per il trattamento del cancro alla prostata metastatico resistente alla castrazione con mutazione BRCA


Lynparza ( Olaparib ) è stato approvato nell'Unione Europea ( UE ) per i pazienti con carcinoma alla prostata metastatico resistente alla castrazione ( mCRPC ) con mutazioni in BRCA1/2, una sottopopolazione di mutazioni nei geni HRR ( riparazione per ricombinazione omologa ).

Il cancro alla prostata è il secondo tipo di tumore più comune negli uomini, con circa 1.3 milioni di pazienti diagnosticati in tutto il mondo nel 2018.
Circa il 12% degli uomini con carcinoma alla prostata resistente alla castrazione, metastatico, presenta una mutazione BRCA.

L'approvazione da parte della Commissione Europea si è basata su un'analisi dei sottogruppi dello studio di fase III PROfound in cui Olaparib ha dimostrato un sostanziale miglioramento della sopravvivenza libera da progressione radiografica ( rPFS ) e della sopravvivenza globale ( OS ) rispetto a Enzalutamide o Abiraterone negli uomini con mutazioni BRCA1/2.

Lynparza è il primo e unico inibitore di PARP approvato nell'Unione Europea nel cancro alla prostata avanzato selezionato da biomarcatori.

L'analisi dei sottogruppi dello studio PROfound ha mostrato che Olaparib ha ridotto il rischio di progressione della malattia o morte del 78% ( hazard ratio [ HR ] 0.22; intervallo di confidenza [ IC ] 95%, 0.15-0.32; p nominale inferiore a 0.0001 ) e migliorato la sopravvivenza rPFS a una mediana di 9.8 mesi versus 3.0 con Enzalutamide o Abiraterone negli uomini con tumore mCRPC con mutazioni BRCA1/2.
Olaparib ha ridotto il rischio di morte del 37% ( HR 0.63; IC 95%, 0.42-0.95 ) con una sopravvivenza globale mediana di 20.1 mesi rispetto a 14.4 con Enzalutamide o Abiraterone.

I risultati primari e la sopravvivenza globale dello studio PROfound erano stati pubblicati su The New England Journal of Medicine ( NEJM ).

L'indicazione completa approvata dall'Unione Europea per Lynparza è: trattamento di pazienti adulti con carcinoma alla prostata resistente alla castrazione, metastatico, e mutazioni di BRCA1/2 ( linea germinale e/o somatica ), progredito a seguito di una precedente terapia che includeva un nuovo agente ormonale.

Il cancro alla prostata è spesso causato dagli androgeni, incluso il testosterone.
Nei pazienti con mCRPC, il cancro alla prostata cresce e si diffonde ad altre parti del corpo nonostante l'uso della terapia di deprivazione androgenica.
Circa il 10-20% degli uomini con carcinoma prostatico avanzato, entro 5 anni, svilupperà tumore resistente alla castrazione, e almeno l'84% di questi uomini presenterà metastasi al momento della diagnosi di tumore alla prostata resistente alla castrazione.
Degli uomini senza metastasi alla diagnosi di tumore alla prostata resistente alla castrazione, è probabile che il 33% svilupperà metastasi entro 2 anni.
Nonostante i progressi nel trattamento del tumore CRPC metastatico, la sopravvivenza a 5 anni è bassa e l'estensione della sopravvivenza rimane un obiettivo terapeutico fondamentale.

BRCA1 e BRCA2 sono geni che producono proteine responsabili della riparazione del DNA danneggiato e svolgono un ruolo importante nel mantenimento della stabilità genetica delle cellule.
Quando uno di questi geni è mutato o alterato, in modo tale che il suo prodotto proteico non funzioni correttamente o sia assente, il danno al DNA potrebbe non essere riparato in modo corretto e le cellule diventeranno instabili. Di conseguenza, le cellule hanno maggiori probabilità di sviluppare ulteriori alterazioni genetiche che possono portare al cancro.

Olaparib è un inibitore PARP di prima classe e il primo trattamento mirato a bloccare la risposta al danno al DNA ( DDR ) in cellule / tumori che presentano un deficit di HRR, come le mutazioni in BRCA1 e/o BRCA2. ( Xagena2020 )

Fonte: AstraZeneca, 2020

Uro2020 Onco2020 Farma2020


Indietro