Farmaexplorer.it
Xagena Mappa
Medical Meeting
Ematobase.it

Zynquista approvato nell'Unione Europea per il trattamento degli adulti con diabete di tipo 1


La Commissione europea ha concesso l'autorizzazione all'immissione in commercio per Zynquista ( Sotagliflozin ), a dosi giornaliere di 200 mg e 400 mg, da utilizzare in aggiunta alla terapia insulinica per migliorare il controllo glicemico negli adulti con diabete mellito di tipo 1 ( T1D ) e un indice di massa corporea maggiore o uguale a 27 kg/m2, che non sono riusciti a raggiungere un adeguato controllo glicemico nonostante la terapia insulinica ottimale.

Sotagliflozin è un doppio inibitore orale di due proteine ​​responsabili della regolazione del glucosio note come co-trasportatori di glucosio sodio-dipendenti di tipo 1 e 2 ( SGLT1 e SGLT2 ).
SGLT1 è responsabile dell'assorbimento del glucosio nel tratto gastrointestinale e SGLT2 è responsabile del riassorbimento del glucosio da parte del rene.

L'autorizzazione all'immissione in commercio si basa sui dati del Programma di sperimentazione clinica inTandem, che comprendeva tre studi clinici di fase 3 che hanno valutato la sicurezza e l'efficacia di Sotagliflozin, con il coinvolgimento di circa 3.000 adulti con diabete di tipo 1 non adeguatamente controllato.

Questi tre studi hanno dimostrato che il trattamento con Sotagliflozin, somministrato ad adulti con diabete di tipo 1 non adeguatamente controllato come coadiuvante orale dell'Insulina, ha portato a riduzioni consistenti e significative rispetto al basale a 24 settimane dei valori medi della glicemia ( emoglobina glicata; HbA1c ), peso corporeo, pressione arteriosa sistolica, un significativo miglioramento del tempo nel range glicemico target e migliori risultati riferiti dal paziente, rispetto alla sola Insulina, a dosi di 200 mg e di 400 mg.
Ciò è stato ottenuto senza il consueto aumento dell'ipoglicemia in forma grave, condizione che si verifica con l'intensificazione del trattamento con Insulina, e con meno eventi di grave ipoglicemia nella dose da 400 mg a 52 settimane.

Coerentemente con gli inibitori selettivi di SGLT2, gli studi clinici con Sotagliflozin hanno mostrato un aumento del rischio di infezioni micotiche genitali e chetoacidosi diabetica, che è noto interessare più frequentemente le persone con diabete di tipo 1, rispetto a quelle con diabete di tipo 2 ( T2D ).

Il rischio di chetoacidosi diabetica può essere affrontato mediante una attenta selezione dei pazienti per il trattamento con Sotagliflozin e attraverso un piano di gestione dei rischi e una strategia di mitigazione, comprese le attività educative del paziente, del professionista sanitario e del caregiver.

Zynquista è attualmente in corso di valutazione in un Programma di 11 studi clinici condotti su adulti con diabete mellito di tipo 2, inclusi due studi condotti su persone che vivono con diabete di tipo 2 e insufficienza renale, e due ampi studi sugli esiti cardiovascolari. ( Xagena2019 )

Fonte: Sanofi, 2019

Endo2019 Farma2019


Indietro